Alla scoperta del mare di Cortez

by jasna
0 comment

Il Mare di Cortez o “acquario del mondo”, come a suo tempo lo definì il grande ricercatore dei mari Jacques Cousteau, è molto più di un paradiso per gli entusiasti di pesca e immersioni. Non c’è bisogno di andare alle Galapagos per vedere sule dalle zampe azzurre e leoni marini. Qui si trova questo è altro: balene di tutti i tipi, tartarughe, squali balena, mante, razze… Ricco di isolette deserte, spiagge bianchissime e scenari spettacolari, questo tratto di mare, noto anche come Golfo della California, è però poco conosciuto tra i navigatori oceanici.

La capitale della Baia California meridionale è La Paz, una cittadina abbastanza grande da essere interessante e piccola a sufficienza da poter essere visitata a piedi. Il lungomare (Malecòn) ogni sera si riempie di giovani in bicicletta, bambini con coni gelato enormi, coppie di innamorati, famiglie allargate e venditori di palloncini. All’ora del tramonto la vista sul mare diventa eccezionale, con centinaia di barche a vela ancorate in un arcobaleno di colori caldi.

Il Malecòn di La Paz

La grande maggioranza delle imbarcazioni navigano tra La Paz e Loreto, ma se il tempo ce lo permette possiamo proseguire per altre 300 miglia e scoprire luoghi sempre più remoti, navigando tra rocce laviche rosse, verdi, nere e rosa, testimoni di un passato geologico inquieto.

Isla San Francisco
Le rocce infuocate di Los Gatos
Isla Coronados
Isla Espiritu Santo
Puerto Escondido

I scenari sono stupendi, ma il fascino principale di questo golfo sono i tanti incontri memorabili con gli animali più interessanti.

Nei mesi estivi abbiamo buonissime probabilità di avvistare lo squalo balena che gironzola lento in cerca di plancton – lo stesso plancton che di notte trasforma il mare buio in cielo stellato e i delfini che giocano sull’onda di prua in forme giocose di luce magica.

Uno squalo balena è venuto a farci visita
A Los Islotes troviamo centinaia di leoni marini
Non mi stanco mai di ammirare i salti delle megattere

Uno dei luoghi più remoti che io abbia mai visitato è certamente Bahia Los Angeles, dove i cavi telefonici e internet non sono ancora arrivati. In quest’area molti velisti scelgono di passare l’estate per evitare i cicloni del sud. Noi ci abbiamo passato cinque settimane durante le quali non abbiamo visto anima viva. A parte pesci e uccelli, s’intende.

Isla Rasa

Il mare di Cortez è talmente ricco di vita e di sorprese che poco a poco ci si abitua. Diventa poi ormai normale incontrare branchi di duecento delfini che pescano formando un’unica fila, vedere gli sfiati delle balene all’orizzonte e sentirne il canto sotto coperta. Ammirare gli altissimi salti delle mante che dopo una perfetta piroetta atterrano sul mare spruzzando vivacemente non è più una novità. I leoni marini diventano amici di lunga data, come anche i pellicani e le fregate. E di notte, quando il mare si calma, se si ascolta attentamente, si può perfino sentire i coyote ululare alla luna.

0 comment
3

You may also like

Dodaj komentar

avatar

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More